Aprile 1981. Una data scolpita nella memoria della CNA di Asti così come impressa nel cuore di ogni assistito è la benevolenza di colei che, più di quarant’anni fa, mise per la prima volta piede nei nostri uffici.

Pilastro inscalfibile e memoria storica della sede provinciale astigiana, Silvana si è dimostrata negli anni capace di esprimere, oltre alla grande professionalità, una sensibilità tale da aver lasciato in ogni associato una salda impronta di gratitudine.

Ed è stato proprio questo sentimento a far decidere il Direttivo dei  Pensionati CNA di coronare l’approdo alla pensione con una pergamena di benemerenza firmata virtualmente con il nome di ogni assistito.

Al di là delle straordinarie competenze acquisite sul campo, infatti, le qualità che hanno reso Silvana più di una semplice operatrice di patronato sono state l’enorme cuore e l’infinita empatia con cui ha smosso mari, monti e scrivanie dell’Inps pur di risolvere i problemi di coloro che le si paravano davanti.

Ancora adesso, infatti, seppur in pensione, ha messo la sua conoscenza e la sua determinazione a disposizione dell’ufficio, dei colleghi e degli assistiti in qualità di volontaria.

“L’unico modo di fare un buon lavoro”, diceva Steve Jobs, “è amare quello che fai” … E Silvana è la manifestazione vivente di questo brocardo e, da esempio virtuoso, la CNA Pensionati di Asti augura a chi le succederà di poter mostrare lo stesso amore.